Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Visti

 

Visti

Si comunica che con l’Ordinanza 22 ottobre u.s. del Ministero della Salute, l’Armenia è stata collocata nella lista E, di conseguenza le attività di rilascio dei visti per turismo sono per il momento sospese.

Si precisa che a causa del perdurare dei contagi da Covid 19 tutte le richieste di visto andranno presentate attraverso il Centro Visti TLS situato in Vardanants Street n. 4/50 tel. 055 909449

INGRESSO/RIENTRO IN ITALIA DA PAESI DELL’ELENCO E – DAL 26 OTTOBRE AL 15 DICEMBRE 2021

Il rientro/l’ingresso in Italia, in caso di soggiorno/transito nei 14 giorni precedenti da questo gruppo di Paesi è sempre consentito ai cittadini italiani/UE/Schengen e loro familiari, nonché ai titolari dello status di soggiornanti di lungo periodo e loro familiari (Direttiva 2004/38/CE). L’Ordinanza 22 ottobre, conferma inoltre la possibilità di ingresso in Italia, dai Paesi dell’elenco E, per le persone che hanno una relazione affettiva comprovata e stabile (anche se non conviventi) con cittadini italiani/UE/Schengen o con persone fisiche che siano legalmente residenti in Italia (soggiornanti di lungo periodo), che debbano raggiungere l’abitazione/domicilio/residenza del partner (in Italia). È consentito l’ingresso in Italia per atleti, tecnici, giudici e commissari di gara, rappresentanti della stampa estera e accompagnatori a competizioni sportive di livello agonistico, riconosciute di preminente interesse nazionale, come da art. 5, co. 2, lettera m) dell’Ordinanza 22 ottobre 2021.

Se non si rientra nelle categorie già citate, l’ingresso in Italia è consentito solo per motivi di lavoro (affari), studio, salute (cure mediche), assoluta urgenza, rientro presso domicilio/residenza/abitazione in Italia propria.

All’ingresso/rientro in Italia da questi Paesi, è obbligatorio:

  • Compilare un formulario on-line di localizzazione (denominato anche digital Passenger Locator Form (dPLF), da mostrare in cartaceo o sul proprio dispositivo mobile al vettore, al momento dell’imbarco, e a chiunque sia preposto a effettuare i controlli. È opportuno essere pronti a mostrare eventuale documentazione di supporto e a rispondere a eventuali domande da parte del personale preposto ai controlli.
  • Presentare al vettore, all’atto dell’imbarco, e a chiunque sia preposto ai controlli, un certificato che attesti il risultato negativo di un test molecolare o antigenico, condotto con tampone, effettuato nelle settantadue (72) ore precedenti l’ingresso in Italia.
  • Sottoporsi a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria (informando la ASL competente per attivare la sorveglianza) per un periodo di dieci (10) giorni, presso l’indirizzo indicato sul dPLF, raggiungibile solo con mezzo privato, salvo per i casi di esenzione (deroghe), totale o parziale, previsti dalla normativa.
  • Al termine dei dieci (10) giorni di isolamento fiduciario, è obbligatorio effettuare un ulteriore test molecolare o antigenico, condotto con tampone.
  • È consentito il transito aeroportuale, senza uscire dalle zone dedicate dell’aerostazione.

 --------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

I titolari di un visto Schengen non hanno automaticamente diritto a entrare nello spazio Schengen e devono rispettare le restrizioni di viaggio vigenti. La decisione di ingresso in territorio nazionale spetta alle Autorità di frontiera, che possono chiedere l’esibizione di documentazione comprovante i motivi del viaggio e l'appartenenza alle categorie escluse dalle restrizioni di viaggio e negare l'ingresso ai cittadini stranieri nel territorio nazionale.

Per informazioni sui visti scrivere a visti.jerevan@esteri.it

Le richieste di visto nazionale saranno ricevute esclusivamente tramite la Societa' TLS

Si informa la gentile utenza che in nessun caso le tariffe consolari sono rimborsabili.

Documentazione necessaria per alcune tipologie di Visto:

VISTO PER LAVORO SUBORDINATO

Documentazione necessaria:
1.formulario
2.1 foto recente
3.originale passaporto piu' una fotocopia
4.Biglietto/prenotazione aereo (solo andata)
5.Copia della comunicazione rilasciata dallo Sportello Unico Immigrazione (Prefettura) in Italia che consegna al datore di lavoro in Italia dell'avvenuto rilascio del NULLA OSTA.

 

MOTIVI FAMILIARI

Documentazione necessaria:
1.formulario
2.1 foto recente
3.passaporto piu' fotocopia
4.Biglietto/prenotazione aereo (solo andata)
5.Copia della comunicazione dello Sportello Unico Immigrazione in Italia che e’stato rilasciato il NULLA OSTA all’ingresso sul territorio nazionale*
6.Certificato di nascita e/o matrimonio per provare lo status di familiare. La fotocopia del Certificato dovra' essere legalizzata con l'Apostille e tradotta in italiano da un traduttore giurato. Anche la traduzione dovra' essere debitamente legalizzata con l'Apostille.

 * Per i familiari di cittadini italiani o UE il Nulla Osta non e’ necessario. In sostituzione del nulla osta, dovra' essere presentata la lettera di invito/dichiarazione di alloggio compilata e firmata dal congiunto in Italia, allegando fotocopia del passaporto dello stesso congiunto. E'necessario presentare l'originale del certificato di nascita o matrimonio per provare la relazione di parentela. Tale certificato deve essere legalizzato con l'Apostille e tradotto in Italiano. Anche la traduzione deve essere legalizzata con l'Apostille.

 

 VISTO PER FIDANZATI (tipologia turismo visita famigliari/amici)

La lista dei requisiti e delle condizioni previste per il rilascio del visto per fidanzati nonché le informazioni sulla normativa in materia di immigrazione in Italia e nello spazio Schengen sono disponibili sul sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (vistoperitalia.esteri.it) e sul sito del Centro Visti TLS (https://it.tlscontact.com/am/EVN/index.php?l=hy ), oltre che nelle bacheche esterne e nei fogli informativi in distribuzione presso il Centro Visti per l'Italia TLS.

In aggiunta ai documenti previsti per la tipologia di visto per "turismo visita famigliari amici dovrà essere presentata una dichiarazione di responsabilità della parte invitante sulla durata e stabilità della relazione affettiva, accompagnata da copia di un valido documento di identità clicca qui per la dichiarazione

 

REINGRESSO

Il visto di reingresso viene rilasciato ai cittadini extra-UE che hanno gia’ ottenuto un permesso di soggiorno in Italia. I casi previsti sono: permesso di soggiorno scaduto oppure smarrito/rubato.

Documentazione necessaria:
1.formulario
2.una foto recente
3.passaporto piu' una fotocopia
4.biglietto/prenotazione aereo (solo andata)
5.fotocopia del permesso di soggiorno scaduto
6.copia della ricevuta di richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno debitamente timbrata dalla Polizia italiana al momento dell'uscita dall'Italia
7.se il permesso di soggiorno e’ stato smarrito o rubato, lo straniero dovra’ esibire copia della denuncia resa alle Autorita’ locali

  

STUDIO per maggiori informazioni clicca qui pagina

 

NOTA BENE: l'Ambasciata si riserva il diritto di richiedere documentazione aggiuntiva, oltre a quella elencata, laddove ritenuto necessario.

 

 ^^^^^^^^^^

 

INFORMAZIONI (procedure ordinarie)

SCOPRI SE HAI BISOGNO DI UN VISTO

 

Per richiedere un visto presso l'Ambasciata d’Italia a Yerevan, i cittadini armeni e stranieri, regolarmente residenti nella circoscrizione consolare, possono usufruire del servizio di outsourcing gestito dalla società TLScontact, società privata autorizzata a ricevere le domande di visto.

La valutazione e la decisione in merito alle stesse è comunque di totale competenza di questa Ambasciata.

 

 Le domande di visto  (sia Schengen che Nazionali) vengono presentate attraverso la Società TLS, telefonando al numero +374 55 909 449
• dal lunedì al venerdì tra le ore 12:00 e le ore 15:00. Il richiedente sarà tenuto al pagamento di una quota aggiuntiva di 29 Euro quale corrispettivo del servizio erogato dalla Societá TLS, da versare direttamente al fornitore esterno di servizi in contanti ed in valuta locale (dram armeno).

Per maggiori informazioni sul servizio TLScontact e sui documenti da presentare: https://it.tlscontact.com/am/evn/login.php

 

 Informazioni generali sul rilascio di visti di breve e lungo soggiorno:


1. L’Ambasciata d’Italia in Armenia è competente al rilascio dei visti di ingresso di breve soggiorno (tipologia C) per Italia, Malta e Finlandia,  nonché dei visti di lungo soggiorno (tipologia D) solo per l’Italia.


2. La domanda di visto Schengen puó essere presentata non prima di sei mesi dalla data prevista di partenza e viene esaminata, di regola, entro dieci giorni di calendario.

3. Il costo della trattazione della pratica del visto di breve soggiorno in Italia, Malta e Finlandia per i cittadini armeni è pari a 35 Euro (AMD 18,600.00), da versare in contanti ed in valuta locale (dram armeno) all’atto di presentazione della domanda di visto  presso la Societá TLS (deve essere considerato il pagamento della quota aggiuntiva di Euro 29, pari a AMD 16.140).

4. Le richieste di rilascio di visti nazionali (Visti D, superiori ai 90 giorni), vengono presentate presso la TLS. Il costo previsto per un visto nazionale é di Euro 116, pari a AMD 61.600

5. L'importo percepito non è rimborsabile, a prescindere dal risultato finale. Questo importo non è dovuto per l’emissione del visto ma per la trattazione amministrativa della pratica.

6. Non sono previsti diritti d’urgenza per il visto d’ingresso.

7. Il possesso del visto non garantisce in assoluto l'ingresso al cittadino straniero, poichè l'Autorità di frontiera verifica le condizioni previste per l’ingresso. E’ pertanto necessario che l’interessato porti con sé copia dei documenti presentati per la richiesta del visto.

Si informa che, in base all’Art 331 del Codice di Procedura Penale, in caso di presentazione di documentazione falsa, viene fatta denuncia all’Autorità giudiziaria italiana.

 Informativa in materia di protezione dei dati personali

Tariffe visti

Modulistica

 

 

 

 


36